Cefalù è una città incantevole anche dal punto di vista culturale.

La rocca attorno alla quale è stato costruito lo splendido borgo di Cefalù ha da sempre avuto uno spiccato scopo difensivo.

Il suo ricco centro storico, caratterizzato da un affascinante groviglio di stradine, testimonia le tracce del passaggio di tantissime civiltà.

Cefalù è una città molto antica e pare fondata addirittura intorno al 1000 a.C. Furono i Greci a chiamare questa località Kephaloidion, da kefalè, testa. Gli arabi la ribattezzarono poi Gafludi. Con l’avvento dei Normanni, nel XI secolo, la città tornò al suo nome latino.

Cefalù vanta moltissimi monumenti da ammirare. Dal 2015 il sito Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco.

  • null

    Duomo di Cefalù

    Il duomo di Cefalù, bellissima cattedrale normanna, fu costruito da Ruggero II. Attorno alla costruzione di questo duomo è stata tramandata più di una leggenda. Pare infatti che Ruggero II abbia deciso di costruire il duomo di Cefalù in segno di gratitudine dopo aver scampato una tempesta.

    Secondo un’altra tradizione, il duomo fu costruito per convertire gli islamici che abitavano la zona. Il grandioso edificio religioso fu costruito in una posizione privilegiata. Domina, infatti, l’intera cittadina di Cefalù. L’interno è altrettanto maestoso.

    I meravigliosi mosaici di fattura bizantina posti dietro l’altare con fondo in oro lasciano senza parole il visitatore. Qui si possono ammirare il Cristo Pantocreatore, con sotto la Madonna con i quattro arcangeli e i dodici apostoli. Incantevole anche il chiostro adiacente la cattedrale, da poco restaurato.

  • null

    Museo Mandralisca

    Il Museo Comunale Mandralisca accoglie al suo interno moltissimi reperti storici, dipinti, monete e tante altre testimonianze che ricostruiscono l’interessante storia della città. Una delle testimonianze più amate del Museo Mandralisca è senza dubbio il Ritratto d’ignoto, realizzato da Antonello da Messina.

  • null

    Centro storico

    Il bellissimo centro storico si snoda tra un affascinante groviglio di stradine, testimonianza della presenza araba in questo borgo unico. Sempre all’interno del centro storico, è possibile visitare il bellissimo lavatoio, ricavato direttamente dalla roccia.

  • null

    Tempio di Diana

    Da piazza Garibaldi è possibile raggiungere attraverso un caratteristico sentiero la rocca che domina il borgo marinaro. Qui si trova quello che viene definito Tempio di Diana, di cui oggi rimangono alcuni resti. Sulla cima della rocca si trovano anche i resti di una fortificazione duecentesca.

Condividi su: